Il Muay thai (in lingua thailandese มวยไทย), noto anche come thai boxe, boxe thailandese o pugilato thailandese, è un’arte marziale e sport da combattimento a contatto pieno che ha le sue origini nella Mae Mai Muay Thai (Muay Boran), antica tecnica di lotta thailandese. Esso utilizza una vasta gamma di percussioni in piedi e di tecniche di clinch.

La disciplina è nota come “l’arte delle otto armi” o “la scienza degli otto arti” perché consente ai due contendenti che si sfidano di utilizzare combinazioni di pugni, calci, gomitate e ginocchiate, quindi otto parti del corpo utilizzate come punti di contatto rispetto ai due del pugilato, oppure ai quattro della kick boxing, con un’intensa preparazione atletica e mentale che fa la differenza negli scontri a contatto pieno.

Il muay thai originale divenne popolare nel XVI secolo in patria, ma si diffuse internazionalmente solo nel XX secolo, dopo alcune modifiche regolamentari e quando diversi pugili thailandesi si confrontarono con successo con i rappresentanti di varie arti marziali.

La parola Muay, che significa “combattimento”, “pugilato” o anche “lotta”, deriva dal sanscrito Mavya che significa “unire insieme”; la parola Thai è invece un aggettivo di origine nazionale, il cui significato originale è “[popolo] libero”. Il termine Muay Thai è quindi traducibile con “combattimento/pugilato/lotta/scontro thailandese” o “combattimento dei thailandesi”. In inglese il nome viene spesso tradotto con “thai boxing”. A volte questo genera confusione perché si pensa che esista una differenza fra il muay thai e la thai boxe, con quest’ultima che sarebbe una variante regolamentare occidentale.

In realtà i due termini sono sinonimi ed indicano la stessa disciplina.
Un praticante di muay thai è conosciuto come Nak Muay

Fonte: Wikipedia

Immagine tratta da: Federazione Italiana Kickboxing, Muay Thai, Savate, Shoot Boxe, Sambo. All rights reserved by FIKBMS.

Chiudi il menu